NUTRIZIONE UMANA
Nutrizione  
  Home
  Contatti
  Modalità di svolgimento della visita dal Nutrizionista
  Dietologia e Nutrizione
  Sondaggi
  News
  Elenco links
  Studio Medico XXIV Maggio
  Contatore
  Approfondimenti
  Pagine
  => Professione di Biologo Nutrizionista
  => Come si diventa Biologo Nutrizionista
  => Differenza tra Biologo Nutrizionista e il Dietista
  => Il farmacista può prescrivere diete?
  => Cos'è?
  => Quando è utile l'Esame Impedenziometrico
  => Come si effettua l'Esame Impedenziometrico
  => Quando è utile il test leuco-citotossico o Cytotest
  => Come si esegue il test leuco-citotossico (Cytotest)
  => Benessere Emotivo e Alimentazione
  => La Riflessologia Plantare
  => Il Linfodrenaggio
  calcola online il tuo peso ideale
Benessere Emotivo e Alimentazione
Il nostro benessere dipende da una varietà di fattori: biologici, ambientali, psichici e somatici strettamente intercorrelati tra loro. I risultati scientifici non hanno fatto altro che confermare ciò di cui ognuno di noi si è sempre reso conto e continua a rendersi conto nella vita di tutti i giorni, cioè che il raggiungimento ed il mantenimento di uno stato di benessere richiede un’attenzione ed un impegno consapevole nel migliorare i diversi aspetti della nostra vita quotidiana: dall’alimentazione al ritmo sonno-veglia, ma soprattutto al controllo dello stress e dei pensieri negativi che avvelenano il nostro corpo e la nostra mente. Un elemento importante del proprio benessere è sicuramente l’assunzione di un corretto regime alimentare. Il soprappeso e l’obesità rappresentano uno dei fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo di malattie croniche e di gravi disabilità. In particolare predispone all’insorgenza di patologie cardiovascolari (ipertensione, infarto, ictus), del diabete, di alcune forme di cancro, di complicanze osteoarticolari. Causa principale è lo squilibrio energetico tra le calorie assunte giornalmente attraverso l’alimentazione e le calorie bruciate attraverso il metabolismo e l’attività fisica. Il recupero di un regime alimentare corretto è quindi indispensabile per ridurre i rischi per la salute. In questo senso è fondamentale nell’ottica di una visione complessa del benessere come equilibrio psicofisico un approccio olistico alla persona che tenga conto degli aspetti sia fisici che emotivi. In particolare se pensiamo al comportamento alimentare in situazioni di stress o di tensione possiamo osservare che se ci sentiamo nervosi o agitati non ci sono consigli dietologici che tengano, saremo pronti a "tuffarci" su una mousse al cioccolato o su una piatto di spaghetti al sugo pur di avere un sollievo immediato ad uno stato di sofferenza che non riusciamo a sedare in un altro modo. Il collegamento tra i nostri comportamenti, tra cui quello alimentare, e il nostro mondo emotivo è ormai assodato. A tal proposito, la maggior parte degli specialisti della nutrizione e gli studiosi dei fattori che portano all’obesità concordano nell’affermare che in una società dove lo stress e la tensione sono onnipresenti, spesso si reagisce facendo ricorso al cibo. Una delle principali cause del soprappeso e quindi di un comportamento alimentare disfunzionale è da ricercare nella cattiva gestione delle emozioni. In genere si può dire che chi ha imparato a controllare e gestire lo stress non ha problemi di peso, perché sa ascoltare il proprio corpo, riconoscere le proprie emozioni e rispondervi adeguatamente con intelligenza. Il ruolo della psicologa e psicoterapeuta è quello di aiutare le persone a conquistare un benessere a lungo termine imparando a gestire tutte quelle situazioni di vita che sono fonte di stress, tensione e di comportamenti che creano malessere in noi e nelle persone che ci sono vicine, attraverso dei percorsi personalizzati e mirati che tengono conto della persona nella sua complessità.





Inserire un commento su questa pagina:
Il Suo nome:
Il Suo indirizzo e-mail:
Il Suo messaggio:

Alimentazione in Genere  
 

Perchè vuoi fare una Dieta?
Per stare più in forma
Per lavoro
Per problemi o patologie
Per essere più Bella/o
Per una sana alimentazione
Perchè credi di non piacere
Perchè hai qualche chiletto in più
Perchè vuoi competere con i tuoi amici
Perchè sei in sovrappeso
Per correggere le tue abitudini alimentari
Il sondaggio è ancora aperto 908 Giorni, 13 Ore, 33 Minuti e 51 Secondi

(Mostra i risultati)


 
Pubblicitá  
 
 
Nutrizionista  
  Dott. Taddeo Emanuela
Specializzata in Nutrizione Umana
 
DIFFIDATE  
  DIFFIDATE delle Diete fai da te, di prodotti che sostituiscono gli alimenti, di grosse parole che evidenziano gli slogan pubblicitari "Facilitoni" .  
Le dieci regole d'oro dell'alimentazione  
  Vedi le dieci regole d'oro dell'alimentazione
Regola 1 :Mangiare lentamente, assaporando il cibo con calma, oltre a saziarci maggiormente, ci permette di trasformare i pasti un momento di relax e di piacere. Mangiare velocemente ci porta ad introdurre unquantitativo di cibo superiore al necessario: il senso di sazietà, infatti, compare solo 20 minuti dopo l’inizio del pasto.
Regola 2 :Riordinare gli scaffali della cucina eliminando quegli alimenti (es. merendine, salatini..) che potrebbero indurvi in tentazione e vanificare il mantenimento di una corretta alimentazione.
Regola 3:No ai pasti veloci, come pizzette, focacce, hamburger e patatine, piadine e toast in sostituzione di un pasto completo: oltre a non saziare, apportano molte calorie, soprattutto se si aggiungono salse come maionese o senape.
Regola 4 :Se hai fame fuori pasto evita salatini o dolciumi che non solo non aiutano a saziare, ma sono un vero e proprio concentrato di grassi!
Regola 5 :L’acqua è indispensabile per le normali funzioni del nostro organismo e quindi per il nostro benessere, perciò deve essere assunta in quantità sufficiente.
Basta con le false credenze! Bere tanta acqua, anche se gasata, non provoca ritenzione idrica: il responsabile è per lo più il sale.Cercate di consumare almeno 1,5-2 litri di acqua al giorno (che corrispondono ad 8 bicchieri pieni). Ma no esagerare con più di tre litri!!!!
Regola 6 :Attenzione al sale, e non solo a quello che aggiungete nella preparazione degli alimenti: molti cibi (formaggi, insaccati e inscatolati vari) contengono sale già alla loro origine. Il sale determina, oltre a gonfiore di mani e piedi, un aumento della pressione sanguigna.
Regola 7 :Esistono tanti altri modi per insaporire i cibi! Spezie e erbe aromatiche come prezzemolo, timo, basilico, peperoncino e alloro possono sostituire o almeno diminuire il quantitativo si sale necessario.
Regola 8 :Non saltate mai i pasti! Il digiuno non è la soluzione per dimagrire; oltre a rappresentare un sacrificio inutile non apporta risultati: anzi, la fame arriverà a livelli tali che mangerete molto più del necessario.
Regola 9:Divieto assoluto ad un consumo eccessivo di alcolici!!! L’alcool apporta solo calorie (1g = 7 kcal); inoltre non è un alimento e quindi non contiene alcun nutriente necessario alla salute del nostro organismo.
Regola 10:Cambiare il vostro stile di vita è importante per VOI, ma non deve diventare un’ossesione! Non serve pesarsi tutti i giorni, i risultati si vedono ad occhio nudo; la perdita di peso avviene se si seguono almeno 15 giorni di corretto regime alimentare.
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=